Cioran in Italia: Atti del Convegno (Roma, 10 novembre 2011) – Antonio DI GENNARO & Gabriella MOLCSAN

Aracne Editrice, Roma, 2012 [PDF]

Da quando esisto, il mio unico problema è: come non soffrire più? Non sono riuscito a risolverlo se non con scappatoie, vale a dire che non l’ho risolto affatto.
Certo, ho sofferto molto a causa di vari malanni, ma la ragione essenziale dei miei tormenti è dipesa dall’essere, dall’essere stesso, dal puro fatto di esistere, ed è per questo che la pace mi è negata. Sono vissuto nella nostalgia del premondo, nell’ebbrezza anteriore alla creazione, nell’estasi pura di tutto, sono stato contemporaneo di Dio, quando si intratteneva con se stesso immerso nel proprio abisso, nella felicità di prima della luce, di prima della parola.

E. Cioran, Quaderni, p. 756

INDICE:

  1. Premessa – Antonio Di Gennaro
  2. Saluti di apertura – Mihai Bărbulescu
  3. Introduzione ai lavori – Francesco Miano
  4. Lettere di un pensatore privato – Mario Andrea Rigoni
  5. Tra silenzio e parola: i miei incontri con Aurel ed Emil Cioran – Renzo Rubinelli
  6. Nei meandri di una lunga amicizia: Emil Cioran e Mircea Eliade – Horia Corneliu Cicortaş
  7. L’inconfessabile missione di Emil Cioran – Giovanni Rotiroti
  8. Cioran e le virtù dell’indolenza – Massimo Carloni
  9. Cioran tra defascinazione e provvisorietà – Barbara Scapolo
  10. L’être et le néant de la solitude selon Cioran – Aurélien Demars
  11. Emil Cioran: coscienza, scissione, amore – Antonio Di Gennaro
  12. «Soffrire è produrre conoscenza» – Aldo Masullo

[PDF]

Publicidade

Deixe um comentário

Faça o login usando um destes métodos para comentar:

Logo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair /  Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair /  Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair /  Alterar )

Conectando a %s